RICERCA: MAMMA- BAMBINO E ATTIVITÀ FISICA



Spesso dopo il parto è difficile trovare del tempo da dedicare all'attività fisica. Riuscire a mantenersi attive potrebbe però essere importante non solo per la salute della mamma, ma anche per quella del suo bambino.
 
Un nuovo studio pubblicato dai ricercatori delle Università di Cambridge e di Southampton sulla rivista Pediatrics ha infatti dimostrato che esiste una stretta associazione tra quanto una mamma è attiva e quanto lo è il suo bambino.  
I suoi autori, guidati da Kathryn Hesketh, hanno fatto indossare per un massimo di 7 giorni uno strumento per valutare i livelli di attività fisica quotidiana a 554 bambini di 4 anni e alle loro mamme. 
Come ha spiegato Hesketh, i dati raccolti hanno svelato che “tanto più esercizio faceva una madre, tanto più attivo era suo figlio”. 
In particolare se la mamma è attiva per un'ora in più al giorno il suo bambino lo sarà per 6 minuti in più. Tuttavia, la stessa Hesketh ha sottolineato che “basandosi solo su questo studio non è possibile dire se siano i bambini attivi a far correre le loro mamme”. 
La ricercatrice ha però spiegato che i risultati ottenuti evidenziano che “è probabile che l'attività di uno fra madre e figlio influenzi l'attività dell'altro”.  
I genitori svolgono un ruolo fondamentale perché i bambini non sono “naturalmente attivi” ed è importante far loro acquisire abitudini salutari in termini di attività fisica sin da quando sono piccoli. 
“Ci sono molte priorità importanti per i neogenitori e trovare il tempo per mantenersi attivi non è sempre in cima alla lista – ha commentato Hesketh – Tuttavia, piccoli aumenti nei livelli di attività della mamma possono portare a benefici sia per la madre che per i bambini”.  


Fonte: 
http://salute24.ilsole24ore.com