COMBATTERE LA CELLULITE CON LO YOGA


Le varie “posizioni”, che si servono del corpo come di forza di resistenza,
migliorano il tono muscolare.Lo yoga mette in azione ogni tendine, ogni muscolo, ogni legamento, comprese le zone “difficili da raggiungere” che vengono raramente attivate con movimenti d’altro genere.
Favorisce la digestione, l’eliminazione delle tossine, la circolazione e la respirazione ed è un efficace sistema per allentare la tensione nervosa.
Esistono centinaia di posizioni yoga: qui ora presenteremo le più semplici e le più efficaci per la lotta contro la cellulite, tralasciando gli esercizi più difficili. 

 Se poi decidete che lo yoga vi piace, perché non farlo? 
E una forma di esercizio fisico meravigliosamente adatto al corpo femminile.Importantissimo nella lotta contro la cellulite, lo yoga è un esercizio completo, che interessa tutte le parti del corpo. 

Senza essere indispensabili al programma anticellulite, gli esercizi yoga costituiscono infatti un ottimo sistema per dare tono e scioltezza e vi mettono nella condizione migliore per trarre poi i massimi benefici dagli esercizi dedicati alle specifiche parti del corpo. Scegliete i movimenti che vi sembrano più facili. 
Non cercate di cimentarvi o di sforzarvi con qualche posizione complicata per il solo motivo che vi attrae particolarmente. 
Il corpo oppone resistenza agli esercizi cui non è abituato e lo yoga vi aiuta proprio a evitare questa sensazione di rigidità e di indolenzimento. 
È un modo rilassante di preparare il corpo agli esercizi specifici per la cellulite mentre, al tempo stesso, vi dà la forza di volontà necessaria a superare i primi giorni, quando state preparando il vostro corpo a una disciplina più dura. 
Ogni giorno, a poco a poco, il vostro corpo “cederà” e diventerà più flessibile. E questo è proprio io scopo che si deve raggiungere.I movimenti yoga che vi suggeriamo qui non richiedono particolare allenamento, ma aiutano a far lavorare la mente e di conseguenza, a controllare il corpo. 
Tutti i movimenti yoga dovrebbero essere eseguiti molto, molto lentamente e accompagnati sempre da una corretta respirazione.
Lo yoga esige una particolare concentrazione in ogni movimento:l’importante è che mai, per nessuna ragione, eseguiate movimenti forzati. Invece di essere benefici, i movimenti forzati possono affaticare e risultare quindi dannosi. 
Regolatevi “ascoltando” il vostro corpo, come quando fate i soliti esercizi: quando vi dice “basta”, smettete.
Non importa fino a che punto sappiate piegarvi o stendervi; quel che conta è che vi concentriate completamente su ogni movimento e su ogni posizione.Per ottenere risultati migliori, riposate un po’ tra una posizione e l’altra. 
Sdraiatevi supine e respirate a fondo: oltre che alleviare la sensazione di fatica, vi aiuterà anche a espellere dai muscoli le tossine liberate dalle contrazioni.
Sono proprio queste sostanze tossiche che aumentano la sensazione di stanchezza. 
Potrebbe essere una buona idea “svegliare” il vostro corpo e cominciare a metterlo sulla buona strada con qualche posizione yoga

Fonte:www.orodialoe.it